Google+ Followers

venerdì 22 gennaio 2010


Credo ci sia un collegamento tra la censura di Agorà, il film non ha trovato un produttore ma la realtà è perché è un fil scomodo e la diminuzione delle presenze nei musei, il film è la ricostruzione storica del’omicidio di Ipazzia (greco: Ὑπατία, latino: Hypatia; Alessandria d'Egitto, circa 370 – Alessandria d'Egitto, marzo 415)
matematica astronoma e filosofa di Alessandria uccisa dai monaci parablenoici (barellieri) agli ordini del vescovo di Alessandria Cirillo.
Per nascondere la morte di Ipazia fu creata la santa Caterina di Alessandria questa falsa santa doveva creare una confusione nella storia trasmessa oralmente (Sansepolcro era molto devota a santa Caterina di Alessandria)
Gli studi di Ipazia di sicuro sicuramente trasmessi a Piero della Francesca (studi sulle coniche).
Agora è un film spagnolo del 2009 diretto da Alejandro Amenábar, intepretato da premio Oscar Rachel Weisz. Il film, in lingua inglese, è uscito il 9 Ottobre in Spagna. È stato presentato al Festival di Cannes 2009 come film fuori concorso (ottenendo buone critiche) ed al Festival internazionale del film di Toronto del 2009.
I costi di produzione si aggirano intorno ai 50 milioni di euro.
A seguito di voci che annunciavano che il film non sarebbe stato distribuito in Italia, il gruppo di Facebook, "AGORÀ, il film su Ipazia di Alessandria. Alejandro Amenábar, 2009" ha iniziato una petizione per far sì che ciò possa avvenire.
Posta un commento

Carlo Marino Buttazzo

Carlo Marino Buttazzo

Archivio blog