Google+ Followers

venerdì 26 febbraio 2016

"il (falso) pellegrinaggio a Loreto" Giovanni del Leone , pittore 1523 ex voto dipinto per la compagnia del crucifisso (nel museo pinacoteca comunale, Sansepolcro

Questo dipinto su tavola e'  un ex voto della " compagnia della croce " per chiedere grazia del peccato di falso rappresentando il falso nel "cerusico" (il medico) vestito all' orientale con copricapo rosso obbligatorio nella zona per gli ebrei (variava ad esempio a Roma era giallo e ad Urbino rosso) e strana la somiglianza col disegno fatto da Leonardo nella occasione dell' impiccagione di Bernardo Bandini congiurato della congiura dei Pazzi scappato da Firenze e catturato a Costantinopoli, riportato a Firenze fu subito impiccato con ancora i vestiti orientali.  
La compagnia della croce s i adoperava per assistere i malati e nelle occasioni di epidemie, e in tal caso il gran morbo è riferito ad una pestilenza del XIV secolo  e mentre li trasportava al lazzareto situato a porta Romana, luogo i.nfausto che evocava paura e sconforto nel malato che trasportava si che nel mentre gli raccontano la pietosa bugia che lo avrebbero condotto a Loreto nota località famosa per una Madonna che faceva miracoli. 

martedì 23 febbraio 2016

Museo pinacoteca Sansepolcro. Illuminati? Oscurantisti? O la morale di Pinocchio

La sequenza dei dipinti visitando  il "Museo pinacoteca Comunale" di Sansepolcro possiamo vedere come una sequenza di simboli lasci capire come  la filologia delle immagini abbia una logica.Nella sala della torre vi e' un affresco che raffigura santa Caterina di Alessandria una santa esistita solo nella fantasia della religione per coprire il massacro della povera Ipazia, la filosofa che fece gli studi sul cono e sappiamo che senza le conica non c'è  la prospettiva  La ruota con i suoi raggi non e' altro ché  un cono ribaltato con i raggi che definiscono il vertice negli anni che Piero iniziò a produrre erano appena usciti gli scritti di Ipazia dal Vaticano.
Nella sala del camino un bel dipinto di Angiolo Tricca illustra la scuola di Piero della Francesca dove un Luca Pacioli attento ai dettami di Piero della Francesca, mentre tre giovinetti guardano attenti ma su una mensola proprio un po su della testa del monaco Pacioli un busto di una donna sembra prendere vita e fare una smorfia divertita vedendo un monaco imparare ciò che lei insegnava a prima di venir trucidata dai monaci ed è Ipazia che sembra prendere vita alle parole di Piero

dietro la bella e famosa "Resurrezione" di Piero della Francesca c'è un quadro del Pontormo dove in secondo piano un viandante che sembra andare di fretta su una strada indica il santo alla gogna con le mani bloccate quasi ad indicare che oramai siamo legati alla prospettiva ponendo la domanda se sia una gabbia per l'espressività dell'artista, e fino qui non fa una grinza a meno ché non guardiamo e vediamo un pescatore e questo già ci fa ricordare che Ipazia fu squartata con delle conchiglie e legato ad un albero un uomo o meglio parte di esso legato ad un albero un poveraccio squartato ed ancora vivo che sembra prendere il posto di Cristo.

mercoledì 10 febbraio 2016

Because. The hope must be born from the power of capitalism conscience? When as a model of what lies ahead and to be found in the racism lager : All. We who have read the memoirs of that. What state we can not but remind us of what the year generated monsters, characters like the kapo and others who did everything to survive. Because. It should be different for the reasoning ofa banker, as someone said of the millennial Raich: A thousand dead are a catastrophe, a few million is just a statistic. And it is only a matter of the survival numbers. On the planet there are too many to breathe to produce carbon dioxide so. A crisis that face a bit of dead end and. Better than a war, the crisis is like the neutron bomb which does not destroy things but kills people as well. The crisis kills the poorest people and those who were middle class

Carlo Marino Buttazzo

Carlo Marino Buttazzo

Archivio blog