mercoledì 19 dicembre 2018


Banche in crisisi Isterica a causa del crollo del petrolio?

Sembra incredibile, da non credere, un mondo va sotto acqua un mondo non sa come liberarsi dalla plastica e le banche d’affari non trovano di meglio da fare che inscenarsi una crisi che di vero ha ben poco.

Esse sono preparate da tanto tempo ad evenienza che comporti di mollare l’osso del petrolio perciò non credo che ci sia del vero, dietro la notizia con molta probabilità vi è un disegno politico o probabilmente , un segnale di stabilità per dire agli azionisti più conservatori : e i tutto deve continuare come sempre perché non siamo i responsabili del cambiamento climatico e del resto il cambiamento climatico è ragionevolmente spiegabile in termini matematici come dovrebbe essere i fenomeni economici se non  fosse che ?: A spetta un attimo, non li hanno agganciati alle previsioni economiche? E quindi i loro calcoli non sono di questo mondo sono rimasti in periodo “Vittoriano”, sembrerebbe impossibile  si stanno preparando per il grande cambio macchine della popolazione europea per il grande salto dal motore a scoppio al motore elettrico anche se  la FIAT non è pronta tante start tap sono pronte in tal senso.

Ecco perché non capisco i termini della questione dell’importanza del petrolio : O non vorranno mica far fare un accisa sulla benzina per aiutare le banche da eventuali perdite su investimenti petroliferi?

Carlo Marino Buttazzo. 39/3318600143

Carlo Marino Buttazzo

Archivio blog